Servizio di ispezione periodica delle attrezzature di sollevamento

Riferimenti Normativi
Le attrezzature di sollevamento devono essere controllate periodicamente da personale qualificato (la cadenza varia a seconda della tipologia di attrezzatura di sollevamento presa in considerazione). Tutte le Aziende italiane sono tenute a rispettare il testo unico D. Leg.vo 9 aprile 2008, n. 81 che prevede:

ALLEGATO VI
DISPOSIZIONI CONCERNENTI L’USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO

3. Disposizioni concernenti l’uso delle attrezzature di lavoro che servono a sollevare e movimentare carichi.

3.1.2 Le funi e le catene debbono essere sottoposte a controlli trimestrali in mancanza di specifica indicazione da parte del fabbricante.

Il nostro servizio
Grazie al nostro servizio di "Ispezione periodica" la Vostra azienda potrà avere a disposizione la competenza e l'esperienza di un'azienda leader nel campo del sollevamento al fine di ottemperare alle normative vigenti. Il nostro intervento si articola in più fasi:


  • Studio dell'attività del cliente e delle attrezzature in uso per le tipologie di sollevamento più significative.
    Questa prima fase è finalizzata alla comprensione delle modalità di lavoro, delle procedure di gestione delle attrezzature, delle procedure di controllo utilizzate, dei criteri di scarto applicabili, della valutazione del rischio. Se concordato con il cliente da questo lavoro scaturisce un primo rapporto alla direzione ed una valutazione di massima della situazione operativa esistente.

  • Offerta per l'ispezione periodica (in genere trimestrale) da effettuarsi con modalità diverse a seconda dei casi. L'attività di controllo può essere effettuata sia presso le nostre sedi di Settimo T.se (To) e/o di Santo Stefano, sia presso il cliente con nostro personale specializzato. Una volta acquisito l'ordine si procede alla pianificazione del lavoro in accordo con il cliente e all'allocazione delle risorse necessarie.

  • Esecuzione dell'attività ispettiva.

    Normalmente il servizio parte con l'inventario e la matricolazione delle attrezzature in uso, ovviamente se il cliente non ha già provveduto in proprio.I controlli vengono eseguiti in accordo alle norme applicabili a seconda dell'attrezzatura ispezionata (es. paranco, tirante in catena, tirante in poliestere, cavo d'acciaio, ecc.). In generale si procede ad ispezioni visive, controlli dimensionali, collaudi su banco prova di trazione (presso il cliente se esistente o presso le nostre sedi).

    Per ogni ispezione effettuata, viene evidenziata sull'oggetto l'avvenuta ispezione e viene riportato su appositi elenchi il n° di matricola, la data, l'attività eseguita, l'esito dell'ispezione, il collaudatore, la data della successiva ispezione, ecc., al fine di documentare il lavoro svolto. Se l'ispezione da esito negativo si provvede allo scarto. Se il contratto prevede l'estensione "manutenzione", qualora l'oggetto sia riparabile si procede alla riparazione con addebito dei soli materiali di ricambio; in caso contrario verrà stilato un preventivo specifico.
Welcome
You are in
SpanSet Italy

Login